Alessio

Biografia

Ma, sono dipinti? Mi chiedono spesso le persone che vedono le mie foto per la prima volta.

“L’immenso” prende forma in un momento di blocco creativo e dalla mia curiosità di scoprire la fotografia macro.

Questo progetto vuole essere un richiamo all’astrattismo non trattandosi d’immagini ben definite ma che lasciano libera interpretazione a chi le guarda.

Le mie foto sono generate da una fotocamera digitale di ultima generazione abbinata a un obiettivo risalente invece, agli anni settanta.

Da questo forte contrasto tecnologico scaturisce questo incredibile effetto a dimostrazione che non sempre il nuovo dà risultati migliori.

Non mi limito a fotografare un fiore, mi piace interpretarlo, spogliarlo della sua semplicità, mostrarne le sfaccettature intrinseche che lo compongono.

Sottovalutato e maltrattato, cela in se un mondo di sinuosità, potenziale espressivo, e ispirazione.

Ogni volta che guardo dentro il fiore vedo un mondo, vedo un universo che ad occhio nudo non è accessibile.

Vedo L’immenso.

Immagini

Battito

Fotocamera: X Pro 3 Fujifilm

Obbiettivo: Pentax 50 mm analogico anni 70 con 3 tubi di prolunga abbinati

Tempo di otturazione: 1\110

ISO: 400

L’essenziale

Fotocamera: X Pro 3 Fujifilm

Obbiettivo: Pentax 50 mm analogico anni 70 con 3 tubi di prolunga abbinati

Tempo di otturazione: 1\75

ISO: 500

Diaframma: F1.0

Pepita

Fotocamera: X Pro 3 Fujifilm

Obbiettivo: Pentax 50 mm analogico anni 70 con 3 tubi di prolunga abbinati

Tempo di otturazione: 1\75

ISO: 1600

Diaframma: F1.0