Davide Borrello

Biografia

Davide Borrello, in arte Dabor, 34 anni, nato a Reggio Calabria dove tuttora risiede. Co-founder e amministratore della web agency Bustles, crede che l’aspirazione ad affermarsi nel campo in cui si desidera lavorare sia una leva motivazionale oltre il mero aspetto economico. La passione per la fotografia, nata dopo aver ricevuto la sua prima Nikon, va di pari passo con la sete di viaggiare, conoscere e sperimentare. Una spiccata vena creativa, un brillante spirito intuitivo e un’innata curiosità ,completano il profilo di un’artista a 360 gradi.
Immagini

foto n°1 MEMORIA

70 sedie per raccontare, per ricordare e insegnare. Osservando le sedie si percepisce il dolore e l’ingiustizia. Piazza degli eroi del Ghetto Cracovia.

foto n°2 ATTACCO ALLA TOUR

Il Punto migliore per scattare una foto della Tour Eiffel è il “Trocadero”. Da qui si può ammirare il monumento nelle sue mille sfaccettature La statua rivolta verso la Tour sembra volerla sopraffare. Ma alla fine è il visitatore che viene sopraffatto da cotanto splendore.

foto n°3 NATURE

La moltitudine di colori ci proietta nel Mar dei Caraibi. Ignaro il pesce continua a nuotare, ma fa l’occhiolino al visitatore, in un attimo imperdibile. Océanario Libona.

foto n°4 NAPULE MILLE CULURA

Descrivere Napoli osservando i suoi colori, dalla cima della città. L’immagine trasmette il brusio, l’allegria, la bonaria confusione. La potenza del vulcano fa da contrasto alla calma millenaria del mare. I pescatori ormeggiano la barca, i visitatori lasciano la città. Tutti portando con sé il ricordo dei mille indimenticabili colori di Napoli.

foto n°5 RESPECT

Nel più profondo di voi stessi siate capaci di sentire ogni ingiustizia commessa contro chiunque in qualsiasi parte del mondo.(Ernesto Guevara de la Serna) L’enorme complesso in granito invita alla preghiera e nel contempo sembra soffocare un urlo di disperazione. Gli sguardi in marmo sono gelidi, come come il brivido malinconico che assale il fotografo. All we are saying is give peace a chance. Ex campo di concentramento Plaszow Cracovia

foto n°6 TO INFINITY

Lo sguardo si protende verso l’infinito, l’anima si calma, il respiro si blocca. L’occhio coglie le molteplici sfumature dell’acqua e il caos di fronte alla natura, si ricompone. Un sottile lembo di terra separa la perfetta armonia tra cielo e mare. Mi feci tante domande che andai a vivere sulla riva del mare e gettai in acqua le risposte per non litigare con nessuno. (Pablo Neruda) Ortigia, Siracusa.

Video artista