Emanuele Bellomo

Biografia

Emanuele Bellomo è nato a Palermo nel 1960 e vive a Firenze dal 1983. Per quanto riguarda la sua carriera artistica, ha iniziato gli studi di conservatorio a Palermo per poi completarli presso la scuola di Musica di Fiesole, laureandosi quindi a Siena come professore d’orchestra nella classe di Tromba. Ha svolto numerosi concerti e insegna tromba presso vari istituti da oltre 25 anni. Nato come autodidatta, nel 2010 ha iniziato lo studio della Fotografia sistematicamente partecipando a diversi corsi con i Maestri Mirko Turatti, Marco Scataglini e Simone Sbaraglia. L’unione di queste due arti espressive gli consente di avere,  una visione della realtà attenta, profonda e ricca di sentimenti.

Immagini

La Musica nelle mani

La Musica è per me il mezzo di espressione del mio essere, la mia compagna di vita e il pretesto per comunicare con gli altri.
Come un pensiero che nasce dal nulla nella nostra mente, così ho voluto rappresentare questo concetto tramite un soggetto che spunta fuori dal buio per mostrarsi in tutta la sua complessità e ricchezza di particolari.
Questa immagine fa parte del progetto “La Musica nelle mani” dove i soggetti sono esclusivamente mani di musicisti con i loro strumenti.

Macchina: Canon 6D
Obiettivo: Canon 50mm 1,8
Tempo esp.: 1/8
Diaframma:  7,1
ISO: 200

Viaggio interiore

Con questa immagine dell’ex carcere delle Murate di Firenze vorrei rappresentare uno degli stati d’animo dell’essere umano condannato al buio della solitudine.
Interpretando la foto come un viaggio nel proprio Io, oltre alla parte buia, ho voluto evidenziare anche un percorso diretto comunque verso la luce, intendendo questa come speranza verso il futuro della vita stessa.

Macchina: Canon 1000D
Obiettivo: 18/55 f3,5 – 5,6 IS II a 41 mm
Tempo esp.: 0,8
Diaframma:  13
ISO: 800

Cacio e pere

Una delle prime correnti di pensiero della Fotografia è quella dei cosiddetti “Pittorialisti” e quindi ho scelto questo soggetto per rappresentare uno dei temi classici di questo tipo di Fotografia.
La natura morta è sempre stata un argomento ricorrente nella pittura e non poteva certo mancare anche nella fotografia. Ho preferito mostrare l’immagine in bianco e nero giocando sui chiaroscuri e sulle forme dei singoli oggetti.

Macchina: Canon 6D
Obiettivo: Canon 50mm 1,8
Tempo esp.: 1/4
Diaframma:  16
ISO: 100

Video