Fabrizio Canfora

Biografia

Dottore di ricerca presso il Dipartimento di Scienze Umane e Sociali all’Università degli studi di Napoli “L’Orientale”. Attualmente si sta occupando di storie di imprese e geografie di sviluppo locale con un focus sul commercio tessile a Napoli. È corrispondente del mensile di informazione Vivere il Centro direzionale, realizza reportages come freelance per alcune testate giornalistiche in ambito nazionale. Ha svolto ricerca etnografica in diverse aree del continente asiatico soffermandosi particolarmente in India dove è nata la passione per la fotografia etnografica e dei contesti urbani in generale.
Immagini

foto n°1 1. INDIA

“Ognuno sceglie la propria strada e ognuno si incammina verso qualcosa. Qualunque sia la scelta, si compie sempre un destino. A volte bisogna saper rinunciare a quello che si ha, o che vorremmo avere, per essere profondamente liberi. Molte cose ci appariranno superflue e quelle essenziali diventeranno improvvisamente chiare. Si tratta di scelte "estreme" che non tutti sono in grado di fare. Ai più, la "privazione" sembrerà incomprensibile, ma è solo questione di punti di vista.”

foto n°2 2. CITTÁ

“Se uno si mettesse a guardare bene quello che gli sta intorno e decidesse di passare del tempo in mezzo a gente che non ha mai visto prima, potrebbe avere la fortuna di fare un viaggio inatteso dentro la stessa città. E se poi decidesse di passarci un giorno intero, capirebbe molte più cose; basterebbe solo entrarci, confondersi con gli altri e ascoltare. Basterebbe solo questo.”

foto n°3 3. SIMBOLI

Quando buttiamo qualcosa che ci apparteneva fino al momento prima che la gettassimo via, lasciamo andare anche una parte della nostra storia. Perché quella cosa, per quanto apparentemente priva di significato, ci ha accompagnato in un certo lasso di tempo, breve o lungo che sia. Tutto ha un significato simbolico e dunque un valore. Poi sta a noi scegliere se quella cosa, con il suo portato di senso e la sua storia, ha svolto il suo corso o meno.

Video artista