Ferdinando Rossi

Biografia

Nato a Parma negli anni 50, e fin da giovane per hobby si diletta a fare fotografie. Inizia in un importante studio fotografico della sua città “Studio Montacchini” in via Farini facendo foto essenzialmente alle “prime rappresentazioni” del Teatro Regio di Parma. Colleziona anche due mostre fotografiche sempre a Parma. Per me la fotografia è una grande passione che mi accompagna ovunque, a casa, nei viaggi, nello sport; mi sento turista ovunque. La fotografia ha saputo dividere la mia esistenza in una serie di attimi, ognuno dei quali ha il valore di una intera vita.

Immagini

(Rajasthan,2006)

Qui dicono che la fede tenga il mondo in equilibrio: sicuramente questo vale per l’India. In ogni angolo qualcosa non quadra, le cose non sono dove ti aspetteresti di trovarle. Ma tutto qui è divino, potremmo dire: divinamente in disordine.

(Jaipur, 2006)

Un dialogo di sfida: quanto può spingersi il coraggio di un uomo e la sua fiducia in un serpente? Il tempo di una formula magica che corre dalle pupille dell’incantatore a quelle dell’animale. Secondi inafferrabili in cui un gioco mortale si trasforma in un atto di rispetto fra esseri viventi, in cui non esistono gerarchie, ma solo uno sguardo a decretare la vita.

(Libia, 2005)

Non sapere dove andare. Intorno a noi il silenzio, con le stelle come unico sentiero. L’inquietudine dei passi su un suolo mai battuto e quell’emozione primordiale che spaventa ma ci guida in questo vuoto che ci assorbe fino a farci soffocare e ci riporta al mondo, un mondo meraviglioso ed infinito.

Notte a Venezia

VIDEO