Gabriela Camilla Maria Garbellini

Biografia

Gabriela Camilla Maria Garbellini nasce a Morbegno (Valtellina) nel 1975. E' giornalista per autorevoli testate nazionali, fotografa di reportage, esperta in recensioni artistiche, direttore di TxL Production, casa di produzioni televisive. A caratterizzare la sua fotografia sono i contenuti, il messaggio emozionante, le storie scritte sui volti o sui resti del passato,  la ricerca del dettaglio  artistico e la lenta agonia del trascolorare delle stagioni.  Privilegia i  luoghi della memoria ancestrale e antica.  E' il tempo il protagonista assoluto delle sue creazioni pari a  poetici viaggi introspettivi.  Garbellini ricerca soprattutto  lo  scatto "buono"  come mezzo di denuncia sociale. Predilige il bianco e nero, ma anche il seppia.

Immagini

Foto n°1 Alberi neri

La rabbia della natura
"Baldanzosa e arrogante la mano dell'uomo frantuma i colori.  Impetuoso condor dal becco d'avorio che plana a  smembrare il verdeggiante mistero del creato. Gli alberi si sono fatti neri! Se tendi l'orecchio riecheggia ovunque il loro possente grido d'aiuto!" Gabriela Garbellini, diritti riservati

Foto n°2 La carezza del vescovo

Santuario di Madonna di Tirano
"Quanta dilagata pace in questa tua delicata carezza sul mio viso ad aprire strade di luce nell'intricata e dolorosa selva delle mie prove.  Il terrore incalcolabile del tempo che scorre nel silenzio tra i sogni rimasti appesi ai rami dell'albero alto dell'ignoto destino a metà via tra distese di cielo"
Gabriela Garbellini, diritti riservati

Foto n°3 Vigneti valtellinesi al tramonto

"Gioiose voci di vendemmia straziano l'aria ora che tutto è cambiato nell'antica vigna. Le mani grondanti di acini d'uva e mosto. I piedi festosi e nudi nei tini. I ricordi  non conoscono ferie, si spingono l'un l'altro e mi risucchiano nella loro vertigine. Resta solo una dolcissima sera a carezzare l'anima"
Gabriela Garbellini, diritti riservati

Foto n°4 Rustici e ballatoi in contrada Visoli

Tirano - Valtellina
"E li senti ancora certi passi sui ciottoli. E certe voci accarezzare le mura delle case! Se resti in silenzio puoi scorgere anche le figure. Lassù, più in alto, proprio lassù nella finestra ora vuota quella signora che bagnava i fiori. "La Maria"! Si chiamava così! E il cane?! Ma sì quello che abbaiava sempre! Te lo ricordi? Volti scomparsi da troppo tempo riemergono in bassorilievi virtuali mentre  la contrada si rinnova di giovani coppie che ripopolano gli spazi. Oggi ho sentito scricchiolare la mia anima...e quel tuo bacio di
allora è tornato in tutta la sua straripante potenza riaffiorando dagli artigli del tempo!"
Gabriela Garbellini, diritti riservati 

Foto n°5 Caducità

"Cammina piano! Gli avi respirano sotto la terra!"
Gabriela Garbellini, diritti riservati

Foto n°6 Autunno

"Un giallo sudario ricopre il mondo in attesa che il sole torni a brillare"
Gabriela Garbellini, diritti riservati

VIDEO