Kiki Maggione

Biografia

Nata 9855 giorni fa, la mia macchina fotografica colleziona il doppio dei click e per questo mi sento sempre giovane. 

Vivo per viaggiare, viaggio fotografando, fotografo per vivere. 

Con lo zaino in spalla: più lo riempio e più mi sento leggera. Questo è il centro del mio mondo, alla ricerca di spontaneità e semplicità, valorizzando l’espressione, l’attimo bizzarro, il particolare e il significato che si sfoga nell’essenza del bianco/nero mostrando tutte le sfumature dei colori. 
La fotografia è un viaggio nella condivisione, nell’inaspettato, nella libertà della fantasia e dei sogni, tra le note della musica: dev’essere istinto, credendo a tutto ciò che la nostra pancia ci dice! 

Da un uragano di emozioni, idee, pensieri e caos di ogni tipo nasce il mio progetto Backpack on Shoulders che racchiude le immagini dei miei viaggi fisici e mentali, volutamente disordinato come il mio concetto di fotografia…che acchiappa tutto ciò che provoca una scossa, altrimenti moriremmo tutti di noia!
Ci sono infiniti punti di vista; io ho il mio, ma gli altri voglio conoscerli tutti…per una continua svolta alla visione del mondo.

Fotografo le mie giornate per difenderle dalla minaccia della routine, fotografo la musica, fotografo il divertimento, fotografo i tuoi eventi, sorrido con te il giorno del tuo matrimonio...cerco emozioni da condividere...e conto i soldi solo in termini di quanto lontano mi possano portare. Penso in chilometri, in chili di pappa per Zoom, in drink di carburante per il mio furgone, il resto non ha importanza.

Seguite i miei lavori, i miei viaggi, i miei pensieri sulla mia pagina facebook e instagram BACKPACK ON SHOULDERS!

Immagini

foto n°1

Equilibrio
e·qui·lì·brio/ sostantivo maschile
Può essere stabile, instabile o indifferente, a seconda che la massa spostata tenda a tornare nella
posizione iniziale, tenda ad allontanarsene o rimanga in quiete nella nuova posizione.
Perdere l'equilibrio significa cadere.

foto n°2

René Magritte diceva: “La libertà è la possibilità d'essere e non l'obbligo d'essere.”
Non saprei cosa aggiungere.

foto n°3

Quante cose possono raccontare le scarpe? Ancora prima dei vestiti…le scarpe! Si guardano le
scarpe, laggiù per terra, e non si alza la testa per guardare in faccia le persone…ma chi diavolo ha
inventato le scarpe? Si potrebbe andare tutti in giro con le solite ciabatte, comode da sfilare per
correre scalzi!

VIDEO