Marco Ferreri

Biografia

Classe 1968, Vercelli, profondamente legato al territorio in cui sono nato  ma allo stesso tempo curioso ed aperto alla conoscenza di altre culture attraverso viaggi, arte, letteratura e fotografia, posseggo un pensiero logico che mi ha portato a conseguire a Torino una laurea in matematica. Fin dai tempi dell’Università ho coltivato la passione per la fotografia, passione che dal 2016 è diventata una impellente necessità di espressione. Ho supportato questa necessità studiando ed arricchendo la mia cultura fotografica  frequentando numerosi workshop che mi hanno donato una maggior consapevolezza nell’utilizzo del linguaggio fotografico.

Immagini

La gabbia

Negli ultimi anni  ho lavorato nella ricerca e creazione di haiga: unione di fotografia e poesia nella forma giapponese dello haiku, parole brevi ed immediate , un lampo che aggiunge luce all’immagine.

 Sindoni contemporanee

Nel 2019 ho sviluppato il mio primo lavoro fotografico sull’uomo intitolato “Sindoni contemporanee” , progetto che vuole esaltare la preziosità dell’essere umano qualsiasi sia il colore, la razza, il sesso o qualsivoglia altro elemento di diversità. Il lavoro, composto da 18 ritratti eterogenei è stato esposto in 2 gallerie a Torino ed è stato recensito in un bel articolo pubblicato nel blog della fiaf che trovate qui: http://www.fiaf.net/agoradicult/2020/05/07/sindoni-contemporanee-di-marco-ferreri-a-cura-di-isabella-tholozan/.

Le inquietudini - serie di dittici

Nell’ambito della ricerca sull’uomo ho sviluppato una serie di dittici per rappresentare le inquietudini in parte personali ma anche universali della persona in questi anni difficili di pandemie, disastri ecologici, comunicazioni social sempre più invadenti ed opprimenti.