Paolo Fanti

Biografia

Ho iniziato a fotografare oltre venti anni fa e da allora la Fotografia è sempre stata la mia grande passione, che mi ha permesso di stare a contatto con quello che fin da bambino sognavo, la natura e gli animali.

Ho avuto la fortuna di conoscere e frequentare uno dei padri della fotografia naturalistica in Italia, Giuliano Cappelli che è stato il mio maestro di fotografia mentre mio Babbo mi ha trasmesso la gioia di “stare” nei boschi. (Mio Babbo era nato in un piccolo borgo dell'appennino Tosco Emiliano). In questi ultimi due anni ho realizzato due volumi fotografici, come avevo promesso a Mio Babbo, dedicati appunto all'appennino Tosco Emiliano dal titolo “Luci e colori di Bargi e dell'Appennino Tosco Emiliano” vol. I e vol.II.

Tra i premi fotografici più importanti ricevuti sicuramente le tre edizioni vinte del Concorso Fotgografico Obiettivo Agricoltura (2003 primo premio, 2005 quinto premio e 2007 sesto premio) mentre nel 2019 una mia opera è stata selezionata al prestigioso concorso fotografico Siena International photo awards.

Immagini

Sono attimi di natura catturati lungo il fiume Bisenzio a Prato per l'Airone Cenerino.

Nella Camargue al Tramonto per i suoi magnifici cavalli al galoppo.

Al parco della Piana a Sesto Fiorentino per la Garzetta che mangia il suo pesce.

Boschi dell'Appennino Tosco Emiliano nel periodo della fioritura del ciliegio.

Boschi dell'Appennino Tosco Emiliano Fioriture.

Torrente Limentra, Appennino Tosco Emilano.

VIDEO

VIDEO