Piera Caivano

Biografia

Piera Caivano è nata nel 1989 a Potenza. Laureata in Scienze della Formazione Primaria con una tesi in Letteratura per l’infanzia dal titolo C’era una volta. La narrazione come strategia didattica nell’età prescolare, è insegnante di sostegno nella scuola dell’infanzia. Ripone una grande speranza nell’insegnamento quale orizzonte di senso, tensione del cuore, laddove per tensione s’intende un progetto educativo che pone al centro la persona intimamente connesso con l’essere, il valore e il senso; incontro e incontri: «L’incontro dunque, viene ad essere inteso nei termini di premessa fondamentale per la costruzione della pace, la cui cellula è rinvenibile nell’educazione o meglio nel bambino stesso, e la scuola un luogo in cui sperimentare la bellezza dell’incontro, l’interdipendenza positiva, i valori della democrazia, della cooperazione e della pace. I bambini non di rado le forniscono input di scrittura». La scrittura, insieme al canto e alla fotografia, è una passione, un’ancora di salvezza, un soffio vitale, una modalità per esprimersi, raccontare, narrare, disegnare, fotografare, preservare, tramandare, comunicare e condividere emozioni. Ha partecipato al Premio Letterario Nazionale “Metamorfosi” classificandosi seconda e pubblicando poi il libro Floreale; al Premio Letterario Nazionale “La botteguccia delle favole 2020” ottenendo come riconoscimento con la favola I gesti del cuore il Premio della Giuria; al Premio Letterario Nazionale “La botteguccia delle favole 2021” ottenendo il riconoscimento di miglior opera pedagogica con la favola Una sorpresa stravagante; al Premio artistico-letterario “Una cartolina da Matera” classificandosi prima nella sez. poesia sensoriale con la poesia Il fiore selvatico della curiositas; al Premio Letterario Nazionale “Poesia a Chiaromonte” classificandosi prima nella sez. poesia in vernacolo con la poesia La famiglia; al contest Racconti Rosa con il racconto Amaranto riconosciuto meritevole di pubblicazione all’interno della raccolta letteraria Leggende d’amore (Rudis Edizioni), al Concorso letterario “LeggiadraMente” finalista nella sez. silloge poetica inedita con la silloge Rubino di Venere, alla raccolta fotografica Immagini e Parole con Le floreali emozioni di Piera Caivano (Pagine). In ultimo ha pubblicato Bocciolo nel mare (Europa Edizioni).

Immagini

...

...

...

Essenze

Campo di granturco
Campo di papaveri
Campo di girasoli
Campo di lavanda
Campo di gelsomini
Essenze d’estate.
Pitture.
Impressioni di donna
con i capelli raccolti
in un campo di grano.
Impressioni di donna
con le mani ai fianchi
in un campo di papaveri.
Impressioni di donna
con un’anfora sul capo
in un campo di girasoli.
Impressioni di donna
curva sulla vita
in un campo di lavanda.
Impressioni di donna
con i capelli raccolti
con le mani ai fianchi
con un anfora sul capo
curva sulla vita
a raccoglier gelsomini.
Tratta da Floreale

Soffio di vento

Ho bisogno di spensieratezza
Ho bisogno di dolcezza
Ho bisogno di delicatezza
Ho bisogno di un soffio di vento
che inondi la stanza, mi accarezzi il viso,
e mi lasci un fiore all’alba.
Tratta da Floreale

A picco sui monti

Promontorio a picco sui monti
la tua bellezza è un Incanto.
Donna a picco sui monti
sulla balaustra dell’esistenza.
Tratta da Floreale

Donna

Donna sola
nel buio della notte.
Donna che fugge.
Donna bocciolo nel mare.
Donna albero
genuflessa, piegata.
Donna come stai?
Sento che sto per spezzarmi e non ce la faccio più
a sopportare il vento minaccioso.

tratta da "Bocciolo nel mare

Nei capelli aveva un fermaglio di
gelsomini
profumava di narcisi
all’ombra dei fiori di Jacaranda.

tratta da "Floreale"

Bulimica

Bulimica di parole
tanto da vomitarne a fiumi .
Bulimica di fogli bianchi
che non sono mai abbastanza .
Bulimica di inchiostro o forse solo di silenzi.

tratta da "Bocciolo nel mare"

VIDEO

VIDEO

VIDEO